• Colloquio di lavoro: a cosa serve un giusto payoff

    colloquio di lavoroColloquio di lavoro: in questo blog abbiamo già parlato di come la prima impressione che diamo di noi sia qualcosa di fondamentale per le chance che avremo di trovare un lavoro. In psicologia si chiama effetto primacy: chi abbiamo di fronte resterà tendenzialmente più colpito dai primi elementi che gli comunichiamo, e su di essi costruirà la sua idea di noi.

  • Essere calmi al lavoro. Cinque consigli pratici

    calmi al lavoro

    Mantenersi calmi al lavoro è essenziale. cinque consigli su Come gestire le situazioni piùstressanti


    Avete mai passato tutta la notte su un progetto, che, poi, è stato scartato in un attimo?

    Un cliente ha mai criticato il vostro gruppo di lavoro, senza una ragione apparente?
    Vi è mai capitato che un vostro collega si sia presentato in ritardo, per l’ennesima volta, ad una riunione, scaricando tutto il lavoro di presentazione su di voi?

    Prima o poi, capita a tutti di arrabbiarsi sul proprio posto di lavoro.

  • La resilienza - Affrontare e superare le difficoltà a lavoro

    ResilienzaCome possiamo trasformare un evento critico, un momento di difficoltà, renderlo costruttivo invece che distruttivo? In questo articolo vi parlerò di un concetto molto importante che in Psicologia viene definito "Resilienza". Si tratta di una capacità, di una risorsa, che le persone possono coltivare che permette di far fronte agli eventi negativi reagendo appunto maniera propositiva, trovando la forza internamente.

  • Lavorare vicino a chi è già impegnato migliora il rendimento

    Una nuova ricerca spiega perché alcune persone si concentrano meglio in una caffetteria, piuttosto che a casa

    rendimento di gruppoIn due esperimenti, gli scienziati belgi Kobe Desender, Sarah Beurms e Eva Van den Bussche hanno dimostrato che, nelle giuste circostanze, la concentrazione può essere contagiosa per il rendimento indivisuale. Sembrerebbe, infatti, che sedersi vicino a qualcuno, che si sta dedicando attivamente al suo lavoro, possa aumentare il proprio livello d’impegno.

    “Nello studio, abbiamo mostrato, per la prima volta, che l’entità dello sforzo mentale è contagiosa. In parole povere, eseguendo un compito vicino ad una persona, che si sta impegnando molto nel suo, ti farà fare lo stesso”, scrivono i ricercatori su “Psychonomic Bulletin & Review”.

  • Ruolo professionale e investimento nel lavoro

    lavoro

    Progettare un lavoro significa contemporaneamente progettare la propria vita. Per questo il fallimento del progetto trascina con se il fallimento dell’uomo.

    Nella generazione di lavoratori che hanno iniziato, in questi anni, la seconda fase della loro carriera lavorativa, è consuetudine – presentandosi a qualcuno – anteporre il titolo o il ruolo professionale: “buongiorno, sono il dott…”, “piacere, ingegner…”, “salve, sono il geometra…”.

    Come rileva l’antropologo contemporaneo Franco Fileni, i linguaggi definiscono le relazioni culturali e la loro evoluzione stabilisce nuove regole e cristallizza nuovi legami.

  • Situazioni di disagio sul lavoro: come superarle

    disagio sul lavoro

    Ci sono momenti in cui la vita lavorativa diventa particolarmente difficile da gestire. Come affrontare il disagio sul lavoro? In questo interessante articolo parliamo di come gestire gli avvenimenti che influenzano anche la sfera privata e relazionale.

    Può succedere di sentirsi insoddisfatti sul lavoro e i motivi possono essere diversi: un carico di lavoro eccessivo, un lavoro troppo routinario e ripetitivo, sentirsi sottoutilizzati, non riuscire ad inserirsi nelle relazioni con gli altri, non riuscire a comunicare nel modo giusto le proprie esigenze, un lavoro con pochi spazi di autonomia e creatività.